Le dieci scene dei film che ti fregano sempre..

Sono i film che non stancano mai, i nostri preferiti. Quelli che guardi quando sei un po’ triste e hai voglia di esserlo ancora di più. Quei film che nonostante tu abbia visto per dieci volte, la solita scena ti colpisce con la stessa intensità delle precedenti. Quei film che guardi quando non vuoi rischiare di vedere un film che non hai mai visto, che potrebbe rivelarsi mediocre e rovinarti un pomeriggio di pioggia sul divano. E quelle scene.. quelle scene ci fregano sempre..

Il favoloso mondo di Amélie: Quando Amélie riesce a restituire la scatola con i giochi d’infanzia al sig. Bretodeau (non Bredoteau). …In un istante tutto gli riaffiora alla mente, soprattutto quella giornata tragica. Giornata tragica in cui vinse tutte le biglie dei suoi compagni. La pinza BRETODEAU, la conosci la pinza?

Inside Out: Il sacrificio di Bing Bong, amico immaginario della bambina che scompare nel pozzo dei ricordi per permettere a Gioia di salvarsi  e raggiungere la centrale operativa. ….Io piango caramelle… prova quelle al miele, sono squisite!

Io sono leggenda: La morte di Sam. Will Smith canta Three Little Birds di Bob Marley e la strozza,  mentre si trasforma in cane zombie.

La ricerca della felicità: L’assunzione di Chris Gardner… Bella camicia! Ho pensato di mettere la migliore che avevo, sa, essendo l’ultimo giorno oggi. Grazie, grazie, lo apprezziamo molto! Ma.. io ne metterei una anche domani, d’accordo? Perchè domani sarà il tuo primo giorno di lavoro. Sempre se vuoi lavorare qui come broker. Ti piace l’idea Chris? Sì signore.

Sette anime: Quando il protagonista Ben testa la bontà di Ezra, il venditore cieco di carne, insultandolo per telefono. E si pente una volta agganciato…Non sarai mica cieco!? Che cos’è uno scherzo?Parlo con un non vedente, venditore di bistecche che non mangia carne!? Tu hai mai fatto sesso Ezra!?

Al di là dei sogni: Quando Chris incontra il suo vecchio cane in paradiso. ” Devo aver fatto un casino, sono nel paradiso dei cani!”

This must be the place: Quando il bambino insiste per cantare This must be the place con Cheyenne e la mamma si commuove nel guardarli… Che cosa vorresti cantare? This Must be the place, degli Arcade Fire! Non dire sciocchezze, This must be the place la cantano i Talking Heads. No! E’ degli Arcade Fire! Fidati di me stai delirando, This must be the place è una canzone dei Talking Heads, gli Arcade Fire ci hanno fatto una cover..

Me and Earl and the dying girl (Quel fantastico peggior anno della mia vita): la scena finale e poi tutto il resto.

Eternal sunshine of the spotless mind: L’ultimo ricordo di Joel prima di svegliarsi e il monologo subito dopo.  …Pensieri sparsi, per il giorno di San Valentino 2004. Oggi è una festa inventata dai fabbricanti di cartoline d’auguri per fare sentire di merda le persone. 
Non sono andato al lavoro oggi, ho preso il treno per Montauk, non so perché, non sono un tipo impulsivo. Forse mi sono svegliato solo un po’ depresso. Devo far riparare la macchina. 
Che schifo di freddo su questa spiaggia. Montauk a Febbraio, geniale Joel, geniale! 
Pagine strappate. Non mi ricordo d’averlo fatto. Sembra la prima cosa che ci scrivo sopra da due anni. La sabbia è sopravvalutata, sono solo sassi minuscoli. Se riuscissi a incontrare qualcun’altra. Le probabilità che questo succeda sono sempre di meno visto che non sono capace di stabilire un contatto visivo con una donna che non conosco. Forse dovrei tornare con Naomi. Lei era carina. Era bello che fosse carina. Lei mi amava.

The Truman Show:  Quando dopo il saluto finale Truman esce dallo studio e tutto il pubblico è felice per lui, anche se la trasmissione finirà per sempre.                               Truman: Chi sei tu? 
Christof: Sono il creatore… di uno show televisivo che dà speranza, gioia ed esalta milioni di persone. 
Truman: E io chi sono? 
Christof: Tu sei la star! 
Truman: Non c’era niente di vero? 
Christof: Tu eri vero!

Marrakech Express: Quando parte ” La leva calcistica del ’68” dopo che Abatantuono chiede: ” Sarà mica la maniera di lavorare?” E iniziano a montare la trivella.

[amazon_link asins=’B01EXUF6BA,B01JKLEIJI,B016LMC90O,B00TE8YF9G,B00QJDO0QC,B0184OCF3S,B0041KYA7O’ template=’ProductCarousel’ store=’davi07-21′ marketplace=’IT’ link_id=’16e15609-b29f-11e7-af72-77655049d8bf’]

About Timido Loquace

Ho un lavoro fatto di numeri che mi rende grigio. Cerco di colorarmi scrivendo della vita.

View all posts by Timido Loquace →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *